Ad Expando

mercoledì 26 luglio 2017

La vecchia scimmia sparla

Il degrado del giornalismo italiano ha come emblema la deriva intellettuale di un fu giornalista che non riesce più a scrivere nulla di vagamente decente: Eugenio Scalfari.
Mi riferisco all'ultimo articolo del fondatore del quotidiano La Repubblica comparso sull'Espresso e il titolo che ho scelto non vuole essere denigratorio in sè , ma una semplice presa in giro del concetto finale dell'articolo:
Mi spiace che gli atei ricordino lo scimpanzé dal quale la nostra specie proviene.
per il quale voglio persino concedere il beneficio che si tratti di una malriuscita forma retorica, altrimenti bisognerebbe dare per scontato che Scalfari sia talmente ignorante da meritarsi appieno il disprezzo che dovrebbe suscitare una tale affermazione. Per vari motivi: innanzitutto perché, come ormai sanno anche i bambini, Darwin non disse che discendiamo dagli scimpanzé, ma che con essi abbiamo un progenitore in comune, cosa assai differente. In secondo luogo perché ci arriva costruendo un teorema delirante senza alcun supporto logico.

Ma procediamo con ordine:
Gli atei. Non so se è stata mai fatta un’indagine nazionale o internazionale sul loro numero attuale, ma penso che non siano molti. I semi-atei sono certamente molti di più, ma non possono definirsi tali. L’ateo è una persona che non crede in nessuna divinità, nessun creatore, nessuna potenza spirituale. Dopo la morte, per l’ateo, non c’è che il nulla. Da questo punto di vista sono assolutisti, in un certo senso si potrebbero definire clericali perché la loro verità la proclamano assoluta.


Qualche statistica per il vero esiste, forse troppo nascosta per un professionista del giornalismo: sto parlando di Wikipedia (!). Prima di differenziare atei e semi-atei per stabilire chi è in maggioranza sarebbe interessante capire cosa siano i "semi-atei" di cui vagheggia Scalfari (agnostici?) o sono simili a quell'accozzaglia che si definisce cristiana e che non ha mai letto di sua sponte una sola pagina del nuovo o dell'Antico Testamento? La stessa, che bisogna sposarsi in chiesa se no non è un vero matrimonio (modello sagra paesana), o che va a messa solo a Pasqua e Natale? O ancora quella dei ben più pericolosi militanti oltranzisti, nelle cui sette si nascondono le peggior schifezze mai concepite dall'evoluzione di un primate?

martedì 25 luglio 2017

War Report 201707.25

E la candela la sta mai ferma 
e la se möev cumè la memoria 
anca el ràgn söe la balaüstra 
ricàma el quadru de la sua storia 
la ragnatela di mè pensèe 
la ciàpa tütt quèll che rüva scià 
ma tanti voolt la g'ha troppi böcc 
e l'è tüta de rammendà...
(Pulenta e galina fregia - Davide Van De Sfroos)

At Home.
Anche stavolta è andata. 
Anche se solo il viaggio, come passeggero, dal Besta a casa, 22 km per 45 minuti di traffico milanese, mi hanno ridotto peggio di come ero messo l'anno scorso dopo 730 km e 8 ore di guida per andare in vacanza al Parco Nazionale d'Abruzzo. 
Adesso mi aspetta riposo forzato, almeno fino a lunedì (il doc mi ha prescritto riposo assoluto fino all'11 agosto, ma così rischio la depressione). L'idea è quella, se trovo posto, di iniziare subito la fisioterapia da metà settimana prossima, così da poter recuperare il più possibile in vista del previsto calo a seguito della chemioterapia. Partire da 40 per trovarmi a 20 mi sembra sciocco se posso portare il livello almeno a 60. Poi con settembre nuova risonanza di controllo per verificare un nuovo focolaio di dimensioni minime che tengo controllato da oltre 4 mesi ma che potrei decidere di eliminare con 3 sedute di Radiolaser, più propriamente detto Cyberknife. Adesso l'importante è che l'edema non arrivi a causarmi una crisi epilettica, visto che fra 2 mesi e qualche giorno termina l'anno di osservazione per poter riprendere a guidare.


domenica 23 luglio 2017

War Report 201707. 23

Nonostante le previsioni pessimistiche, le cose stanno procedendo abbastanza bene e celermente. Se non ci saranno complicazioni,  verrò dimesso martedì. Meglio specificare che tali dimissioni sono dovute più che alle condizioni ottimali, al fatto che abitando relativamente vicino all'istituto  posso,  di fatto,  completare esami e medicazioni senza occupare il letto. Spero di poter accedere ad un buon programma di fisioterapia, perché sebbene finora il danno accumulato non è rilevante, presto, quando inizieranno a sciogliersi le capsule di chemio posizionate in sede di lesione, il conseguente edema invertira il trend. Nel frattempo ho cominciato ad allenarmi con le thera band (elastici per fisioterapia) con risultati discreti.

sabato 22 luglio 2017

War Report 201707.22

Ogni promessa è un debito. 
Rieccomi qui. L'operazione è andata bene. Rimossa la lesione senza causare particolari problemi motori, sebbene sia probabile che le cose peggiorino a breve a causa dell'azione delle caspsule di chemio posizionate in prossimità  delle aree cicatriziali. L'importante è che non causino crisi epilettiche. Stamattina ho già ripreso a mangiare e se tutto va bene dovrei alzarmi. Mi duole la testa, ho persino dovuto assumere della morfina nell'immediato post operatorio. Adesso ho iniziato un ciclo pesante di cortisone per tenere sottocontrollo l' edema. Alla prossima! 

martedì 18 luglio 2017

War Report 201707.18

So many centuries,
so many Gods
We were the prisoners
of our own fantasy
But now we are marching
against these Gods
I’m the wizard,
I will change it all
(Blind Guardian - Valhalla)

Giovedì mattina ore 9.00 sarò ricoverato per nuovi esami in vista dell'operazione la quale,  se tutto andrà bene, verrà effettuata il giorno successivo. Non c'è molto altro da aggiungere. 
Da tempo sono pronto a non scoprirmi pronto e in un certo senso mi stupisco di esserlo più di quanto immaginassi, sebbene, al contempo, non posso che rammaricarmi di non esserlo a sufficienza. 
Appena mi sveglierò, o meglio, appena sarò in grado di farlo scriverò ancora. 
Nel frattempo, un doveroso saluto a tutti voi che mi leggete.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...