Ad Expando

sabato 1 ottobre 2016

L'abbraccio


Build a fire a thousand miles away 
to light my long way home
I ride a comet
My trail is long to stay
Silence is a heavy stone...
I fight the world and take all they can give
There are times my heart hangs low
Born to walk against the wind
Born to hear my name
No matter where I stand I'm alone

Stand and fight
Live by your heart
Always one more try
I'm not afraid to die
Stand and fight
say what you feel
Born with a heart of steel

Il pomeriggio è passato veloce,  in compagnia di amici e fratelli, (parola quest'ultima troppo spesso abusata nel linguaggio giovanile moderno,  ma che nel mio sottointende un legame che la semplice la definizione da dizionario di "amicizia"  non sarebbe abbastanza),  parenti e conoscenti lontani,  con i quali ho condiviso nel tempo,  molte riflessioni sulla vita soprattutto quando la vanità e forse la poca saggezza mi portavano ad espormi su questo blog o su forum che la nostra stupidità ha reso obsoleti.

Non so come sarà,  se ci sarà,  una vita da poter condividere ancora, ma le manifestazioni di affetto mi hanno convinto che il mio vissuto ha comunque destato interesse in persone che stimo e per certi versi invidio (l'invidia sana di chi brama migliorarsi,  beninteso).  Il che mi rincuora e mi riempie di orgoglio.

Possano le mie parole restituirvi l'abbraccio che mi avete dato, fisicamente,  a parole,  con uno sguardo.

Alla prossima.

3 commenti:

brain_use ha detto...

Ho appena letto cose che non avrei voluto mai.

Claudio Casonato ha detto...

Attendo con fiducia tue notizie. In bocca al lupo.

Esther Contracorriente ha detto...

Un abrazo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...