Ad Expando

domenica 15 novembre 2009

Digitale Terrestre


Ho deciso di inviare questo mio post per portare l'attenzione su un argomento del quale, più o meno tutti hanno sentito parlare, anche perché è difficile ignorare i "sottili" messaggi che la televisione manda in merito. Da domani 16 novembre, il Lazio sarà un'altra regione che avrà sradicato il vecchio metodo ti trasmissione analogica, per passare alla nuovo Digitale Terrestre: sistema negli anni '70 provato dagli USA e dal 1998 in utilizzo nel Regno Unito - ma si sa che noi arriviamo con calma - che se in Sardegna ha visto il via nel 2003, e la cui transizione si è completata il 27 ottobre 2008.
Questa operazione di modernizzazione, obbliga chiunque abbia un televisore, acquistato prima del 3 aprile del 2009, ad acquistarne uno nuovo, o a fornirsi di un Decoder.
Qui la jungla si fa più fitta.
L'associazione DGTVi (fondata da RAI, Mediaset, Telecom, Frt, Dfree e Aleranti-Corallo) ha deciso di inventare il sistema del bollino di colore diverso per distinguere le funzionalità di ciascun dispositivo per la ricezione del digitale terrestre (in sigla Dvb-T): bollino grigio, blu, bianco ed gold.
Il
grigio (non Gandalf) è anche chiamato zapper ed è quel dispositivo privo di smart card (la tesserina da inserire) e di collegamento Mhp (Multimedia Home Platform - Piattaforma Multimediale per Casa): consente solo la visione dei programmi in chiaro.
Il
blu identifica i decoder interattivi, che dispongono di smart card e di doppino telefonico per l'utilizzo dei servizi Mhp, interattivi appunto, che sono a pagamento.
Il
bianco (né Gandalf né manco per idea Saruman) indica un televisore con decoder integrato ed un apposito ingresso dove inserire la Cam, ovverosia l'adattatore, spesso da acquistare separatamente, per la smart card.
Il
gold è l'ultimo nato, e sta ad indicare un dispositivo (decoder ed in futuro televisore) in grado di ricevere canali in alta definizione anche sul digitale terrestre.

"GiPi ma... i videoregistratori te li sei scordati?"
Mi spiace, molti NON SONO ancora in grado di interpretare il nuovo Dvb-T: la legge obbliga solo i produttori di televisori, a fornirli con decoder integrato.
Quindi attenzione all'acquisto: siate certi di quel che mettete nel carrello!

"Ok, ok, ma almeno posso vedermi il Calcio in HD con l'ultima offerta Premium del Premier, vero?"
Ehm... forse.
"Come forse?? Ahò!! Ma li mor@#*%!"
Ecco, ora mi tocca andare di nuovo sul tecnico: se il vostro dispositivo è dotato di un ingresso per la smart card di tipo Ci (Common Interface), vi conviene affidarvi alla radio o ad una delle trasmissemiche (neologismo derivato dall'unioni delle parole "trasmissioni" e "polemiche"). Se invece siete così fortunati da aver un dispositivo con ingresso di tipo Ci+ (Common Interface Plus), buona visione!

Insomma, o vi fate una cultura, o non vi sarà facile, e neppure economico, accedere alla strabordante e meravigliosa quantità e qualità di canali culturali che mamma tv potrà offrirvi
.
Ironico eh?

GiPi


Fonti: Wikipedia, PC Professionale n°224 Novembre 2009

2 commenti:

brain_use ha detto...

Oppure ti fai un bell'abbonamento a sky e te ne stra... del digitale terricolo.

Battute a parte e soffermandosi un attimo a fare due conti, vien da chiedersi il perché di tutto 'sto cancan: televisori da buttare e decoder da comperare ma soprattutto, miGliardi di investimenti in infrastrutture da parte delle emittenti televisive.

Forse che la disponibilità in termini di canali digitali satellitari non fosse più che sufficiente a coprire le esigenze del videodipendente medio?

Uhmmmm, direi di si.

Forse che le emittenti principali non disponessero già dei corrispondenti canali satellitari?

Uhmmmm, direi di si.

Dunque, da cosa mai nascerà l'imperiosa esigenza di rinnovare il "parco macchine da rintronamento" di un intero paese?

Ai posteri l'ardua sentenza.
Io un'ideuzza ce l'ho...

McG ha detto...

Dovrei informarmi, ma pare che stiano togliendo dalla piattaforma Sky i canali Rai. Per il resto di ideuzze ne ho anche io: avevo subodorato la truffa ( d'altra parte con un naso come il mio...) ma non ne conoscevo i dettagli tecnici.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...